CONTESTO

La sfida per la sostenibilità energetica è un impegno a livello globale. L’obiettivo è arrivare a “emissioni zero” e per raggiungerlo è necessario un processo di efficientamento delle nostre abitazioni, affinché siano energeticamente più performanti.

 

Così, tra i numerosi incentivi previsti, è nato il Superbonus 110%:
un’occasione per valorizzare il nostro patrimonio edilizio e avvicinarci all’obiettivo di un mondo più sostenibile.

 

Da non sottovalutare però altri EcoBonus ed incentivi che rappresentano ulteriori opportunità di riqualificazione e risparmio, con implicazioni tecniche e realizzative a minor impatto rispetto al Superbous 110%

5_recycle-sign
4_soldi

Grazie al Decreto Rilancio (DL 34/2020), il Superbonus 110% consente ai cittadini di accedere alle detrazioni fiscali (5 rate annuali di pari importo) oppure di cedere il credito di imposta maturato rispetto alle spese sostenute.

 

Tale cessione può avvenire nei confronti o delle imprese che svolgono i lavori, o di istituti finanziari (per esempio assicurazioni e banche).

GLI INTERVENTI

Per usufruire del Superbonus 110%, come anticipato, è necessario migliorare l’immobile di due classi energetiche. La domanda è: in che modo? Attraverso la combinazione di due tipologie di interventi di riqualificazione, detti trainanti e trainati. Per accedere al bonus è necessario effettuare almeno un intervento trainante.

GLI INTERVENTI TRAINANTI

6_isolamento-termico

ISOLAMENTO TERMICO
CAPPOTTO

Riguarda le superfici opache verticali e orizzontali (facciate e tetto) che interessano l’involucro edilizio riscaldato, con un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda dell’edificio.

7_sostituzione-impianto-termico

SOSTITUZIONE
DELL’IMPIANTO TERMICO

Riguarda le superfici opache verticali e orizzontali (facciate e tetto) che interessano l’involucro edilizio riscaldato, con un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda dell’edificio.

8_sismabonus

SISMABONUS

Si tratta dell’insieme degli interventi antisismici atti a garantire la messa in sicurezza statica degli edifici siti nelle zone ad alta pericolosità sismica.

GLI INTERVENTI TRAINATI

9_impianti-fotovoltaici

Impianti solari fotovoltaici e batterie d’accumulo connessi alla rete elettrica e sistemi di accumulo integrati.

10_schermature-solari

Schermature solari con la sostituzione di serramenti, tapparelle o persiane.

11_ricarica-veicoli-elettrici

Infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, (cosiddette “colonnine elettriche”).

12_gestione-automatizzata

Domotica per la gestione automatizzata degli impianti di climatizzazione, acqua calda, controllo remotizzato, ecc.

13_barriere-architettoniche

Abbattimento di barriere architettoniche per la realizzazione di strumenti che favoriscano la mobilità delle persone portatrici di handicap.

Limiti di spesa e massimali

Per usufruire del Superbonus 110% vi sono dei massimali di spesa (sia complessivi, sia legati alle specifiche sotto componenti, come ad esempio il prezzo dei materiali) che, se superati, lasciano l’eccedenza a carico del cittadino.

I massimali di spesa sono specifici per ogni intervento di riqualificazione e cambiano a seconda del numero delle unità immobiliari.
I limiti di spesa sono significativi e permettono importanti interventi di riqualificazione del singolo immobile, anche se il contesto di mercato sta comportando un costante aumento dei costi delle materie prime e, di conseguenza, di realizzazione.

modalità di recupero del credito

Sono ammesse tre possibilità per utilizzare le agevolazioni del Superbonus 110%.

14_detrazione-diretta

DETRAZIONE DIRETTA

Recuperi l’incentivo in rate annuali (5 nel caso del Superbonus 110%), fino a capienza massima del tuo IRPEF.

Massimo recupero ma serve tempo e capienza IRPEF.

15_cessione-del-credito

CESSIONE DEL CREDITO

Trasformi la detrazione in credito d’imposta per cederlo ad altri soggetti (come banche o assicurazioni).

Recupero immediato ma serve un’adeguata pianificazione del progetto.

16_sconto-in-fattura

SCONTO IN FATTURA

Ottieni uno sconto direttamente in fattura, cedendo di fatto al fornitore il tuo credito.

Minore recupero e opzione più complessa da trovare sul mercato.